«Zubsolv», approvato con procedura centralizzata

CLASSIFICAZIONE, AI SENSI DELL’ARTICOLO 12, COMMA 5, DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 2012, N. 189, DEL MEDICINALE PER USO UMANO «ZUBSOLV», APPROVATO CON PROCEDURA CENTRALIZZATA. (DETERMINA N. 1799/2018)

Le confezioni del seguente medicinale per uso umano, di nuova autorizzazione, corredate di numero di AIC e classificazione ai fini della fornitura:

ZUBSOLV

descritte in dettaglio nell’allegato, che fa parte integrante del presente provvedimento, sono collocate in apposita sezione della classe di cui all’art. 12, comma 5 della legge 8 novembre 2012, n. 189, denominata classe C (nn), dedicata ai farmaci non ancora valutati ai fini della rimborsabilità.

Il titolare dell’AIC, prima dell’inizio della commercializzazione deve avere ottemperato, ove previsto, alle condizioni o limitazioni per quanto riguarda l’uso sicuro ed efficace del medicinale e deve comunicare all’AIFA – settore HTA ed economia del farmaco – il prezzo ex factory, il prezzo al pubblico e la data di inizio della commercializzazione del medicinale.

Per i medicinali di cui al comma 3, dell’art. 12, del decreto-legge n. 158/2012, convertito dalla legge n. 189/2012, la collocazione nella classe C (nn) di cui alla presente determinazione viene meno automaticamente in caso di mancata presentazione della domanda di classificazione in fascia di rimborsabilità entro il termine di trenta giorni dal sollecito inviato dall’AIFA ai sensi dell’art. 12, comma 5-ter, del decreto-legge n. 158/2012, convertito dalla legge n. 189/2012, con la conseguenza che il medicinale non potrà essere ulteriormente commercializzato.

La presente delibera entra in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Takeda pronta a far partire una serie di dismissioni per un valore totale di $10bn
Ocse. Allarme su aumento boom prezzi farmaci generici in monopolio. Un caso anche in Italia con un anticancro nel 2016

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde