Zoonosi virali e i rischi di nuove pandemie

Nel 2018 l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha stilato una lista delle malattie virali che potenzialmente potrebbero assumere le dimensioni di una pandemia. Anche lo stessa virus Sars-Cov2 ha avuto un precedente 17 anni fa, sempre in Cina ma nella provincia di Guandong. L’origine di questa prima variante, Sars-Cov1, era stata individuata nello zibetto delle palme.

Già nel 2012, David Quammen, nel celebre best-seller “Spillover”, aveva dichiarato in profetica che, un patogeno si sarebbe diffuso in tutto il mondo e che con molta probabilità sarebbe stato proprio un coronavirus del pipistrello preveniente dalla Cina.

Ma non sono solo i virus della Sars a destare preoccupazione tra gli addetti ai lavori. I cambiamenti climatici potrebbero infatti favorire un avvicinamento tra l’uomo e gli animali, aumentando il rischio di zoonosi.

La Cina si è rifiutata di fornire a OMS i dati sui primi casi Covid
EMA: presentata domanda di autorizzazione per il vaccino di Janssen-Cilag

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde