Zirabev, il biosimilare della Pfizer ottiene l’approvazione dalla Commissione Europea

lo Zirabev, sviluppato dalla Pfizer, ha dato riscontro positivo per la biosimilarità del farmaco antiangiogenesi bevacizumab con quella del prodotto originator di Roche ottenendo così l’approvazione dalla Commissione Europea.

Il farmaco trova applicazione per il trattamento del carcinoma metastatico del colon o del retto, del cancro metastatico al seno, del carcinoma avanzato non resecabile, metastatico o recidivante non a piccole cellule (NSCLC), del carcinoma avanzato e/o metastatico a cellule renali e del carcinoma persistente, recidivante o metastatico della cervice.

Creazione di un batterio da un DNA non esistente in natura
Presunta truffa da circa 80 milioni di euro ai danni della Regione Lombardia

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde