Valsartan Mylan: ritirati diversi lotti del farmaco per la presenza di sostanze cancerogene

Il farmaco conterrebbe un’impurità cancerogena per l’essere umano la N-nitrosodietilammina, ed è stato quindi ritirato dal commercio negli Stati Uniti ed in Europa

Negli USA e in Europa sono stati ritirati dal commercio nove farmaci per il trattamento dell’ipertensione, che potrebbero contenere sostanze cancerogene. Negli Stati Uniti, La Food and Drug Administration ha annunciato il ritiro di diverse versioni del valsartan della Teva Pharmaceuticals. Il richiamo include anche farmaci combinati, ovvero amlodipina/valsartan e amlodipina/valsartan/idroclorotiazide.

Nei lotti di questi farmaci rittirati, è stata trovata un’impurità chiamata N-nitrosodietilammina (NDEA). Questa sostanza è potenzialmente cancerogena per l’uomo. La NDEA si trova in genere in quantità ridotte in alcuni alimenti, nell’acqua potabile, nell’inquinamento atmosferico e in alcuni processi industriali. A causa di questa impurità sono state ritirate diverse versioni di valsartan, irbesartan e losartan.

Manovra. Farmacie, se il PD tifa per le grandi catene
L'ATTESA INFINITA

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde