Vaiolo delle scimmie: i quattro dubbi degli scienziati

Il vaiolo delle scimmie ha allertato l’attenzione degli scienziati di tutto il mondo, i quali si stanno interrogando in particolare sulla sua origine. Il virus è emerso contemporaneamente in aree e popolazioni separate senza un apparante legame tra i diversi cluster registrati.

Nelle ultime settimane i casi registrati sono oltre 200 ma si tratta probabilmente di un numero che rappresenta potenzialmente solo una minima parte in rapporto ai casi non rilevati.

I ricercatori hanno sequenziato i genomi virali in alcuni paesi, tra cui Belgio, Francia, Germania, Portogallo e Stati Uniti. Ciascuna di queste sequenze assomiglia a quella riscontrata in un ceppo originario dell’Africa occidentale, così come riportato da Nature.

In base al lavoro svolto dagli scienziati, tutti i focolai che sono apparsi al di fuori dell’Africa potrebbero essere collegati ad un singolo caso ma sono necessarie ulteriori indagini epidemiologiche approfondite.

Leggi l’articolo tradotto in italiano da Google

Leggi l’articolo originale in lingua inglese

Ministero Salute diffonde una nota sugli integratori alimentari
Menarini inaugura una nuova sede regionale a Dubai

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde