Vaccino senza aghi, primi test sugli animali

E’ un nuovo ‘cerotto’ descritto nello studio pubblicato sul Journal of Investigative Dermatology

Niente aghi e una risposta del sistema immunitario come quella del vaccino antinfluenzale classico: è ciò che offre un nuovo ‘cerotto’ descritto nello studio pubblicato sul Journal of Investigative Dermatology. Positivi i èrimi test sugli animali, che già indicano come il cerotto possa diventare un passo importante per sostituire i metodi di vaccinazione basati sugli aghi, che richiedono la somministrazione da parte di operatori sanitari e la rimozione dei rifiuti a rischio biologico. Il fulcro del meccanismo, identificato nell’Università di Rochester, è una proteina chiamata claudina-1, che aiuta a mantenere la resistenza della barriera cutanea e a ridurre la permeabilità della pelle. In ricerche precedenti lo stesso gruppo aveva scoperto che la riduzione dell’espressione di questa proteina nelle cellule della pelle di donatori sani rendeva la cute più permeabile.

[continua…]

Sanofi e Abbott lavorano a una piattaforma digitale a supporto dei malati di diabete
Spesa farmaceutica fuori controllo. Nei primi 4 mesi del 2019 tetti sfondati di oltre 1 miliardo

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde