“Spillback”, l’altra faccia dello Spillover: esseri umani e virus trasmessi agli animali

Un recente studio condotto dall’University College London ha rivelato una scoperta sorprendente nel campo della trasmissione dei virus: gli esseri umani trasmettono agli animali il doppio dei virus rispetto a quanto si pensasse in precedenza. Questo fenomeno, chiamato “antroponosi” o “spillback“, ha profonde implicazioni nella comprensione delle malattie infettive emergenti.

Contrariamente alla convinzione tradizionale, che gli animali fossero principalmente i portatori di virus zoonotici, il nuovo studio ha evidenziato che gli esseri umani sono una fonte significativa di trasmissione dei virus agli animali. Utilizzando dati genomici virali provenienti da una vasta gamma di fonti, i ricercatori hanno scoperto che la trasmissione da uomo ad animale è molto più comune di quanto si pensasse.

Questo cambiamento di prospettiva apre nuove strade nella comprensione dell’evoluzione virale e nella preparazione per future epidemie. Monitorare la trasmissione dei virus tra esseri umani e animali può aiutare a prevedere e prevenire la diffusione di malattie emergenti, proteggendo sia gli esseri umani che gli animali.

Farmacia: la classifica dei medicinali più acquistati da donne e uomini
Aboca Rivoluziona Arezzo: Flash Mob per promuovere la linea di Integratori

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde