Smettere di Fumare: Nuovi Dati Dimostrano l’Efficacia della Vareniclina

Un recente studio pubblicato su JAMA ha rivelato che la vareniclina è più efficace della terapia sostitutiva combinata alla nicotina (CNRT) nel supporto ai fumatori che hanno fallito nel loro primo tentativo di smettere. Questo studio ha anche evidenziato che aumentare il dosaggio della vareniclina ha notevolmente favorito la cessazione del fumo dopo un precedente insuccesso con il trattamento farmacologico.

La ricerca ha coinvolto 490 fumatori, divisi casualmente tra sei settimane di trattamento con vareniclina o CNRT. Coloro che non sono riusciti a smettere durante la prima fase sono stati riassegnati per continuare, cambiare o aumentare il dosaggio del farmaco per altre sei settimane. È emerso che i fumatori che non sono riusciti a smettere con la vareniclina nella prima fase hanno avuto sette volte più probabilità di riuscire nella seconda fase se il dosaggio del farmaco è stato incrementato.

Inoltre, i pazienti che hanno sperimentato insuccesso con il CNRT hanno avuto più del doppio delle probabilità di smettere con successo passando alla vareniclina rispetto a coloro che hanno continuato con il CNRT. Chi è rimasto con lo stesso regime terapeutico o è passato dalla vareniclina al CNRT ha mostrato una possibilità quasi nulla di smettere. Paul Cinciripini, leader dello studio presso il Centro Oncologico MD Anderson dell’Università del Texas, ha sottolineato l’importanza di adottare nuovi approcci terapeutici in caso di difficoltà nella cessazione del fumo.

Questi nuovi dati indicano che adattare il trattamento farmacologico e l’attenzione personalizzata nei confronti dei pazienti nei primi stadi del processo di smettere di fumare possono aumentare significativamente le probabilità di successo.

Pfizer decide di risolvere le oltre 10.000 controversie legali su Zantac
Farmaci: weekly update dell'11 maggio

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde