Perché un quinto dei guariti da Covid è ancora positivo dopo alcune settimane?

Un gruppo di ricercatori della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS e dell’Università Cattolica campus di Roma, ha condotto uno studio che ha coinvolto 176 pazienti guariti da Covid-19.

Dallo studio è emerso che 32 dei 176 pazienti osservati risultavano di nuovo positivi al tampone molecolare dopo 50 giorni dalla guarigione. I campioni naso-faringei prelevati sono stati analizzati sia alla ricerca di RNA virale totale (genomico) sia dell’RNA virale replicativo (subgenomico).

L’ipotesi è che si possa trattare dell’eliminazione di residui di frammenti di RNA virale circoscritto alla fase conclusiva dell’infezione.  Non è purtroppo possibile sapere se i soggetti positivi risultano anche potenzialmente contagiosi.

Premio Montalcini a 3 donne impegnate contro sclerosi multipla e Covid
Regione Piemonte accoglie l’offerta di AIISF. Ok al coinvolgimento degli Informatori Scientifici in supporto all’emergenza Covid

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde