L’autoimmunità dietro i casi più gravi di Covid. Il resoconto di Nature

Ad un anno dallo scoppio della pandemia di COVID-19 sono ancora molti gli interrogativi aperti rispetto all’evolversi della malattia: per quale ragione alcune persone sviluppano forme gravi? Perché in alcuni casi il danno polmonare continua a peggiorare anche dopo l’effettiva guarigione dalla SARS-CoV-2?

Un numero crescente di studi sembra aver individuato diverse evidenze a supporto del fatto che, i cosiddetti “autoanticorpi” potrebbero rivestire un ruolo chiave per comprendere l’andamento del virus ed alcuni dei casi più gravi di infezione da SARS-CoV-2. Il sistema immunitario infatti, in alcune circostanze, si rivolge in maniera erronea contro l’organismo, attraverso il fenomeno noto come autoimmunità.

leggi l’articolo tradotto in italiano da Google

Leggi l’articolo in inglese

Pubblicato sul sito Aifa il Rapporto "Orizzonte farmaci" 2021
Lombardia: raccolta delle adesioni per la vaccinazione degli ISF

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde