Intelligenza artificiale decisiva contro pandemia

Sansavini (Gvm), ‘Strumento utile per lo sviluppo della medicina’

“Il contributo dell’Intelligenza artificiale è assolutamente decisivo, non solo nella lotta alla pandemia”, ma “sarà uno strumento di grande utilità nel settore medico, perché supporterà i professionisti nell’analisi delle condizioni dei pazienti, aiuterà a capire in maniera più approfondita le cause e le modalità dello sviluppo delle malattie e a individuare i trattamenti più opportuni”. Ne è convinto Ettore Sansavini, presidente di Gvm Care & Research, tra i principali gruppi italiani attivi nella sanità privata e tra i leader mondiali nel settore della ricerca e delle nuove tecnologie applicate alla medicina, da sempre impegnato nello sviluppo di nuove procedure, flussi gestionali e nella formazione continua.

Un istituto di ricerca cinese, appartenente al gruppo Alibaba, ha comunicato nei giorni scorsi – cita ad esempio Gvm in una nota – di aver messo a punto un test capace di elaborare immagini provenienti da Tac che in soli 20 secondi sarebbe in grado di individuare la positività al Covid-19. Tale analisi si basa sull’imaging medico e nello specifico sulla tomografia computerizzata. Tale sistema si fonda su un’analisi a due distinti livelli: un’analisi del volume polmonare in 3D, attraverso il quale è possibile individuare noduli o opacità di piccole dimensioni, e sfrutta algoritmi già esistenti per misurare quantitativamente le masse rilevate; un’analisi in 2D di ogni sezione per permettere la localizzazione precisa di opacità di maggior dimensioni, incluse le opacità a vetro smerigliato tipiche dell’infezione da coronavirus.

“L’insieme delle tecnologie computazionali, che comunemente definiamo IA” spiega Sansavini “sarà uno strumento di grande utilità nel settore medico”. “In più, grazie all’utilizzo di tecniche di data mining in grado di processare enormi quantità di dati sarà possibile ottenere risultati in maniera più veloce e più precisa”.

 

Pharmakronos – 30 marzo 2021 – N° 258 – Anno 15

Aifa: Rapporto OsMed su importazione parallela ed esportazione medicinali
App digitali per il tracciamento Covid efficaci anche in caso di bassa adozione

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde