Il momento d’oro dell’mRNA

La nuova tecnologia più in voga del settore farmaceutico è destinata a decollare ma l’industria farmaceutica riuscirà a mantenere il passo?

All’inizio della pandemia, le possibilità che uno tra i farmaci all’mRNA vincesse la corsa al vaccino sembravano scarse. Infatti, nell’aprile 2020, un programma di intelligenza artificiale sviluppato dalla società di analisi Clarivate ha assegnato al vaccino mRNA di Moderna un misero 5% di possibilità di successo.

Tuttavia, come il mondo avrebbe presto scoperto, gli oppositori si sbagliavano. Nonostante molti dei prodotti a mRNA si fossero fermati agli studi clinici per anni e nessuno li avesse approvati per l’uso umano, questo nuovo approccio di immunizzazione ha trovato il suo momento di gloria nel corso della pandemia.

Ora, con la piena realizzazione del potenziale dell’mRNA, le aziende di tutto il settore, dagli sviluppatori di farmaci ai produttori, si stanno rapidamente mobilitando per entrare in azione.

“C’è una valanga di risorse mRNA”, afferma Daniel Chancellor, direttore della leadership del pensiero presso Informa Pharma Intelligence. “Questa è un’area esplosiva del settore per gli investimenti e la collaborazione”.

Leggi l’articolo tradotto in italiano da Google

Leggi l’articolo originale in lingua inglese

Healthcare e cybersecurity: punti deboli e possibili soluzioni
Truffa per 10 milioni ai danni di Roche

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde