GSK verso il primo nuovo antibiotico per le IVU in 20 anni

GSK ha presentato i risultati positivi di due studi di fase 3 per la gepotidacina, un antibiotico sperimentale per le infezioni del tratto urinario, che potrebbe diventare il primo antibiotico orale di una nuova classe in oltre 20 anni.

La gepotidacina è un antibiotico battericida sperimentale di prima classe che inibisce la replicazione del DNA batterico mediante un nuovo meccanismo di azione. I risultati positivi dei due studi sono stati presentati al Congresso europeo di microbiologia clinica e malattie infettive.

Gli studi sono stati interrotti in anticipo per l’efficacia e la gepotidacina ha dimostrato di essere superiore alla nitrofurantoina nel trattamento delle infezioni del tratto urinario non complicato.

GSK prevede di presentare la domanda alla FDA nel secondo trimestre del 2023. Lo sviluppo della gepotidacina è stato sostenuto da un partenariato pubblico-privato tra GSK e BARDA nel 2013.

L’azienda ha investito specificamente per anticipare la resistenza antimicrobica. La resistenza agli antibiotici è un problema globale che potrebbe causare fino a 10 milioni di morti entro il 2050.

Leggi l’articolo tradotto in italiano da Google

Leggi l’articolo originale in lingua inglese

Le top 20 aziende farmaceutiche per ricavi nel 2022
Settore delle tecnologie medicali al secondo posto per numero di brevetti in Europa

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde