FDA approva il farmaco di Eli Lilly contro l’emicrania a grappolo

Appartiene a una nuova classe di molecole chiamata inibitori Cgrp, utilizzati per prevenire l’emicrania o ridurne la frequenza, di cui fanno parte anche due molecole approvate a pochi mesi di distanza l’una dall’altra, di Teva e Amgen.

La Food and drug administration ha approvato emgality, il trattamento sviluppato da Eli Lilly and Co, per ridurre la frequenza degli attacchi di emicrania a grappolo episodica. Il farmaco appartiene a una nuova classe di molecole chiamata inibitori Cgrp utilizzati per prevenire l’emicrania o ridurne la frequenza. Al momento altri due farmaci appartenenti a tale classe – con Ajovy di Teva Pharmaceutical Industries Ltd e Aimovig di Amgen Inc – sono stati approvati dalla Fda, a distanza di pochi mesi uno dall’altro, creando una feroce battaglia per la quota di mercato. L’approvazione per un secondo utilizzo potrebbe aiutare Lilly a differenziarsi dai suoi rivali.

Parkinson: la delibera della giunta regionale della Toscana per assicurare la disponibilità dei farmaci
Farmaci oncologici innovativi, richiesta urgente per il rinnovo del finanziamento del fondo

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde