Farmaci antidepressivi: lo studio che li collega ai casi di suicidio

Antidepressivi sotto la lente. Secondo una metanalisi dell’Alta scuola zurighese di scienze applicate (Zhaw), questi psicofarmaci possono aumentare il rischio di suicidio. Il lavoro, condotto dai ricercatori e dai colleghi dell’Ospedale universitario di psichiatria di Salisburgo (Austria), ha preso in esame i dati di numerosi studi clinici con antidepressivi che fra il 1987 e il 2013 sono stati autorizzati dalla Food and Drug Administration (Fda) americana.

Risultato: il rischio di suicidio per chi aveva ricevuto antidepressivi aumenta di 2,5 volte rispetto a chi è stato trattato con un placebo. Detto in altri termini: lo 0,8% dei pazienti curati con antidepressivi si sono tolti la vita o hanno tentato il suicidio, mentre nel gruppo di controllo con il farmaco privo dei principi attivi è stato calcolato uno 0,3% di suicidi tentati o messi in atto, secondo la ricerca pubblicata sulla rivista ‘Psychotherapy & Psychosomatics’.

Car-T: pazienti eleggibili, indicazioni del farmaco e effetti collaterali
Abbassare il colesterolo con le statine potrebbe aumentare il rischio di diabete tipo 2

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde