Eryaspase (L-asparaginasi incapsulata nei globuli rossi) per il carcinoma pancreatico

Erytech annuncia la pubblicazione del proprio studio di Fase IIb su eryaspase per il trattamento del carcinoma pancreatico metastatico nell’European Journal of Cancer. Si tratta della prima terapia a base di asparaginasi a dimostrare efficacia clinica e sicurezza nei tumori solidi

Erytech Pharma ha annunciato che i risultati completi del proprio studio di Fase IIb sulla valutazione di eryaspase per il trattamento del carcinoma pancreatico metastatico sono stati pubblicati online nell’European Journal of Cancer.

Pascal Hammel, il principale ricercatore, gastroenterologo-oncologo e capo dell’Unità di oncologia dell’ospedale di Beaujon a Parigi, dichiara: «Sono grato del fatto che i redattori dell’European Journal of Cancer abbiano selezionato il nostro studio per la pubblicazione. A nostra conoscenza, questo è l’unico studio di Fase IIb che analizza il ruolo di un’asparaginasi nel carcinoma pancreatico. Non vediamo l’ora di confermare questi risultati nello studio di Fase III in corso (TRYbeCA1) che è ora ben avviato a livello internazionale».

Iman El-Hariry, Chief Medical Officer di ERYTECH, aggiunge: «Nonostante gli intensi sforzi di ricerca, i progressi compiuti sono limitati rispetto a un aumento della sopravvivenza globale e il carcinoma pancreatico metastatico rimane un’esigenza medica altamente insoddisfatta. Pertanto, siamo molto incoraggiati dal sostegno della comunità medica e dalla sua partecipazione attiva allo studio TRYbeCA1, che si basa sui risultati dello studio di Fase IIb pubblicati oggi nell’European Journal of Cancer».

Lo studio di fase IIb su eryaspase per il tumore del pancreas

Lo studio di Fase IIb ha valutato eryaspase, L-asparaginasi incapsulata nei globuli rossi, come trattamento di seconda linea in combinazione con la chemioterapia in 141 pazienti affetti da carcinoma pancreatico metastatico.

In questo studio, condotto in Francia, eryaspase è stata aggiunta alla gemcitabina o chemioterapia mFOLFOX e confrontata con la sola chemioterapia in una randomizzazione 2 a 1.

Eryaspase in combinazione con la chemioterapia ha prolungato significativamente sia la sopravvivenza globale (OS) sia la sopravvivenza libera da progressione (PFS) nell’intera popolazione di pazienti, con una riduzione del 40% del rischio di morte (OS HR, 0,60; P= 0,008) e un 44% di riduzione del rischio di progressione della malattia in media nel tempo (PFS HR, 0,56; P= 0,005).

Non sono stati riportati risultati inattesi relativi alla sicurezza ed eryaspase non ha sostanzialmente aggiunto tossicità alla chemioterapia.

I risultati dello studio sono stati presentati per la prima volta all’ESMO 2017.

Asparaginasi (eryaspase) incapsulata in eritrociti combinata con chemioterapia nel trattamento di seconda linea del carcinoma pancreatico avanzato: uno studio di Fase IIb randomizzato in aperto” di Pascal Hammel, Portales Fabienne, Laurent Mineur, Jean-Philippe Metges, Thierry Andre, Christelle De La Fouchardiere, Christophe Louvet, Farid El Hajbi, Roger Faroux, Rosine Guimbaud, David Tougeron, Olivier Bouche, Thierry Lecomte, Christine Rebischung, Christophe Tournigand, Jerome Cros, Richard Kay, Adam Hamm, Anu Gupta, Jean-Baptiste Bachet, Iman El Hariry.

[continua…]

I medici che ricevono regali dalle aziende farmaceutiche prescrivono di più e meno bene
Omron HeartGuide disponibile in Italia

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde