Dibutilftalato: rischio di cancro al seno causato da alte dosi

Uno studio danese mostra una correlazione tra il tumore al seno “ormonale” e l’assunzione continuata negli anni di dosi elevate di questo ftalato attraverso i farmaci. I dati sul Journal of Clinical Oncology
FTALATI e cancro al seno: una questione dibattuta da tempo. Alcuni ftalati, infatti, imitano l’estradiolo, il più importante tra gli estrogeni, e vengono quindi considerati degli interferenti endocrini. Questi composti chimici sono utilizzati soprattutto nell’industria della plastica e sono presenti anche in alcuni imballaggi per alimenti. Ma non solo: sono contenuti anche in alcuni farmaci (soprattutto negli Usa, mentre in Europa la regolamentazione è più restrittiva). In uno studio – pubblicato sul Journal of Clinical Oncology – un gruppo di scienziati danesi ha ora voluto indagare le associazioni tra l’esposizione nel tempo agli ftalati contenuti nei farmaci e il rischio di cancro al seno.
[continua…]
Ospedale Sacco di Milano: Primario blocca le visite rifiutandosi di curare i pazienti con il farmaco meno costoso
Cagliari: maxi furto all'ospedale santissima Trinità per un valore di 710 mila euro

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde