Covid-19, Grifols sigla un accordo con la Fda per testare una terapia plasma-derivata

La società spagnola ha siglato un accordo di collaborazione con Fda, Barda e altre organizzazioni federali statunitensi per raccogliere il plasma dei pazienti Covid-19 guariti, con alto titolo di anticorpi contro Sars-Cov2 e produrre immunoglobuline iperimmuni

Tra la promessa del vaccino e i farmaci riposizionati più o meno già in uso si sta facendo strada in Italia e nel mondo la terapia anti Covid-19 che ricorre al plasma di pazienti guariti (anche Aifa ha autorizzato gli studi) per curare i malati. Grifols, multinazionale spagnola, uno dei maggiori player mondiali nella produzione di emoderivati, ha da poco siglato un accordo di collaborazione con la Food and Drug Administration statunitense, la Biomedical Advanced Research and Development Authority (Barda) e altre organizzazioni federali statunitensi per raccogliere il plasma dei pazienti Covid-19 guariti, con alto titolo di anticorpi contro Sars-Cov2, allo scopo di produrre immunoglobuline iperimmuni che potrebbero essere impiegate anche nella profilassi della malattia.

Un’altra via

Un’altra strada rispetto al vaccino, non necessariamente alternativa. Spiega Francesco Carugi,  Amministratore delegato di Grifols Italia: “Negli Usa e Germania contiamo su 300 centri di raccolta. Lì abbiamo la possibilità di ottenere il plasma per poi frazionarlo ed estrarre un’immunoglobulina specifica. Ci candidiamo anche per fornire tecniche di inattivazione virale: il plasma è un materiale molto delicato al quale applichiamo un sistema molto specifico che ricorre al blu di metilene. Una volta approvata, l’immunoglobulina potrà essere prodotta e distribuita. I tempi restano incerti ma non saranno lunghissimi”.

Risorse e know-how

Grifols ha sviluppato un proprio know-how in altre situazioni d’emergenza, come l’epidemia di Ebola. In collaborazione con le agenzie sanitarie americane inoltre, testerà e qualificherà i donatori, trasformerà il plasma in globulina iperimmune e supporterà gli studi preclinici e clinici. La società, in un comunicato stampa, ha dichiarato di essere pronta a iniziare immediatamente la raccolta del plasma da convalescenti e la produzione nei suoi impianti di Clayton in North Carolina.

[continua…]

FIMMG: diffusi Protocolli organizzativi per gli ambulatori dei medici di medicina generale.
Gli Usa accusano la Cina di hackerare i dati sui vaccini anti-Covid

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde