Cina: creata mascherina con sensori che rileva i virus

Gli scienziati cinesi hanno sviluppato una mascherina facciale dotata di sensori che, grazie a una batteria al litio ricaricabile, è in grado di rilevare diversi tipi di virus, incluso SARS-CoV-2.

La mascherina è stata sviluppata da professionisti dell’Università Tongji di Shanghai e il sistema integrato consente a chi lo indossa di sapere se è esposto ad agenti patogeni quali la comune influenza, l’influenza H5N1 e H1N1.

Il dispositivo invia segnali di avviso in modalità wireless ai telefoni cellulari e funziona al meglio in spazi chiusi, con scarsa ventilazione, come ad esempio gli ascensori.

Come parte della sua strategia per combattere il Covid-19, la Cina mantiene l’uso obbligatorio delle mascherine per accedere a qualsiasi luogo pubblico e la maggior parte delle persone le indossa anche all’aria aperta.

Teva: chiusi 27 degli 80 siti di produzione, CEO in uscita
Elezioni: le richieste di Federfarma alla politica

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde