Alzheimer: identificata molecola rivoluzionaria

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) considera le malattie neurodegenerative come una priorità per la salute pubblica mondiale. Ad oggi rappresentano infatti la settima causa di morte a livello mondiale.

Ben il 60% delle malattie neurodegenerativo riguarda l’Alzheimer che ha colpito circa 40 milioni di persone con 150mila nuovi casi all’anno solamente nel nostro Paese.

La ricerca è da sempre attiva per cercare di contenere il progredire della malattia con numerosi insuccessi alle spalle ma anche alcuni importanti miglioramenti.

Tra questi, si accende una nuova speranza grazie ad alcune molecole in fase di sperimentazione i cui effetti sembrano dimostrarsi particolarmente positivi.

Elezioni: le richieste di Federfarma alla politica
Decreto Speranza: 900 borse aggiuntive all'anno per i MMG

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde