Al via un ambizioso studio in grado di trasformare le scienze della nutrizione

Una dieta universale, valida per tutti, non esiste. Come riportato dalla rivista Science, Il National Institutes of Health (NIH) degli Stati Uniti sta cercando di indagare e comprendere maggiormente le differenze che persistono da individuo a individuo. La scorsa settimana, ha infatti annunciato l’avvio di quello che definisce il più grande studio in materia, della durata di 5 anni e dal valore 156 milioni di dollari. L’obiettivo è quello di comprendere come 10.000 americani assimilano gli alimenti, raccogliendo dati che vanno dai livelli continui di glucosio nel sangue ai microbi presenti nell’intestino.

Lo studio “ha il potenziale di trasformare in profondità il campo delle scienze della nutrizione” ha affermato Griffin Rodgers, direttore del National Institute of Diabetes and Digestive e Kidney Diseases (NIDDK), generando “una ricchezza di dati in grado di alimentare la ricerca scientifica per diversi anni”.

Leggi l’articolo tradotto tramite Google

Leggi l’articolo originale in inglese

A gennaio Ema ha approvato 13 medicinali
Ddl per inserire ISF nell'Ordine dei Chimici e dei Fisici

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde