Regione Calabria: garantito accesso ai vaccini anti-Covid anche agli Isf

Gli Informatori Scientifici calabresi portano a casa un risultato importante, frutto di un percorso articolato e impegnativo, portato avanti con grande tenacia da parte di associazioni di ISF e comitati autonomi territoriali. Il lavoro di comunicazione e relazione con le Autorità Regionali ha infatti permesso di includere gli informatori scientifici nelle fasce professionali alle quali somministrare in via prioritaria il vaccino contro il Covid.

La richiesta è stata accolta dalla Giunta e dal commissario ad acta della Sanità, Guido Longo, come comunicato in via ufficiale da Regione Calabria. L’obiettivo, come specificato da Longo, è quello di “garantire la massima copertura a tutti quei soggetti che sono impegnati in prima linea nel vasto panorama sanitario calabrese”.

L’accesso alla vaccinazione contro il Covid è pertanto ora consentito anche agli informatori scientifici attivi all’interno della Regione ma anche a operatori delle case per anziani e dei servizi di emergenza, medici e pediatri di base, farmacisti, specializzandi e tirocinanti, veterinari, odontoiatri, operatori di laboratori e volontari a supporto di attività sanitarie.

Scarica documenti PDF

Amazon Pharmacy arriverà in Italia?
Aifa approva il vaccino di Moderna

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde