Patto per la Salute: Ecco tutte le novità dell’ultima versione pronta per rush finale Governo-Regioni

Dal finanziamento alle nuove norme sui piani di rientro e commissariamento, passando per l’innalzamento del tetto di spesa per il personale, le novità sulla formazione medica, la riforma delle cure primarie, la revisione dei ticket e dei fondi integrativi, fino alla riforma di Aifa, Iss, Agenas, la governance di farmaci e dispositivi medici e molto altro. Ecco tutte le novità della bozza sui Governo e Regioni hanno trovato la quadra è che è pronta per l’ultimo miglio.

Finanziamento di 3,5 mld per il biennio 2020-2021, arrivano i Piani di Potenziamento Lea e i commissariamenti ci saranno solo come soluzione estrema. Sale il tetto di spesa per il personale per le assunzioni, riforma della formazione sia specialistica che in medicina generale, nuovo programma nazionale per la mobilità sanitaria.

E ancora, riforma Aifa, Iss, Agenas e unica regia per l’Hta. Previsto aggiornamento linee guida su governance farmaci e dispositivi medici, così come saranno definiti delle linee d’indirizzo per l’assistenza territoriale (medici di famiglia, pediatri, specialisti, infermieri e farmacie) oltre che all’integrazione socio-sanitaria.

Ma non solo, saranno messe in campo misure per velocizzare l’iter di accesso ai fondi per l’edilizia sanitaria, sarà avviata una revisione dei fondi integrativi e dei ticket. Spazio anche a maggiori investimenti per la prevenzione e ad una nuova governance della Ricerca. Previste infine misure per favorire il dialogo tra i cittadini e il Ssn.

Sono questi i temi dell’ultima versione del Patto per la Salute (la 38ª versione) su cui ieri Mef-Salute e Regioni hanno trovato la quadra all’esame delle Regioni la prossima settimana e che, se non dovessero esserci ulteriori ostacoli, potrebbe essere ratificato in Stato-Regioni giovedì 5 dicembre.

[continua…]
Aifa: nuove modalità per la richiesta dei Certificati di Prodotto Farmaceutico
Terapie geniche: le big pharma investono nella produzione interna

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde