Manovra: Il testo in Gazzetta Ufficiale. Ecco tutte le misure per la sanità e il sociale

Dall’abolizione del superticket alle risorse in più per l’edilizia sanitaria passando per l’aumento delle borse di specializzazione fino all’estensione della sperimentazione della farmacia dei servizi e allo stanziamento di risorse per l’acquisto di strumenti di diagnostica di primo livello per medici di famiglia e pediatri.

Aumento delle risorse per l’edilizia sanitaria e per l’acquisto di apparecchiature per medici di famiglia e pediatri, cancellazione del superticket, 1.200 contratti in più per le specializzazioni mediche, farmacia dei servizi in tutte le Regioni, sostegno alla disabilità e molto altro. Sono queste le principali misure contenute nella Legge di Bilancio che è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale.

Ecco tutte le misure per la sanità ed il sociale contenute nella Manovra:

Commi 81 e 82 (Edilizia sanitaria)
Confermato uno stanziamento di 30 miliardi per l’edilizia sanitaria. Viene dunque aumentata di 2 miliardi la dotazione già prevista dalla manovra 2018.

Comma 269 (Tetto spesa personale Decreto Calabria)
Viene riformulato l’articolo 11 del Decreto Calabria nel seguente modo. Nella prima parte si spiega come, a decorrere dal 2019, la spesa per il personale degli enti del Servizio sanitario nazionale di ciascuna Regione e Provincia autonoma di Trento e di Bolzano, nell’ambito del livello di finanziamento del fabbisogno nazionale standard cui concorre lo Stato e ferma restando la compatibilità finanziaria, sulla base degli indirizzi definiti da ciascuna Regione e Provincia autonoma di Trento e di Bolzano non può superare i livelli del 2018. Soppressa poi la parte finale, ossia il comma 4-bis, nel quale si prevedeva che queste disposizioni non venissero applicate alle Regioni e Province autonome che provvedono al finanziamento del fabbisogno complessivo del Servizio sanitario nazionale sul loro territorio senza alcun apporto a carico del bilancio dello Stato.

Per finanziare nuovi contratti di specialistica in medicina viene autorizzata una spesa incrementata di 5,425 mln per il 2020, di 10,850 mln per il 2021, di 16,492 mln per il 2022, di 22,134 mln per il 2023 e di 24,995 mln a decorrere dal 2024.

Commi da 275 a 277 (Interventi a favore della ricerca pubblica nazionale nell’ambito delle risorse destinate alla Fondazione Human Technopole)
La Fondazione Human Technopole dovrà:
a) presentare una relazione, con cadenza biennale, per la trasmissione alle Camere, al Miur, al Ministro della salute e al Mef, sulle attività svolte e programmate anche con riferimento al loro impatto sul sistema nazionale di ricerca, sul tempo e le modalità di utilizzo delle facility infrastrutturali da parte di progetti scientifici partecipati o promossi da soggetti non affiliati alla Fondazione, nonché sui servizi svolti a beneficio della comunità scientifica nazionale;
b) organizzare una giornata aperta di confronto con la comunità scientifica.

La Fondazione sarà tenuta, inoltre, tra le altre cose, promuovere il costante confronto con il sistema di ricerca nazionale, avviare e coordinare le procedure competitive annuali per la selezione, secondo le migliori pratiche internazionali, di progetti presentati per l’accesso alle facility infrastrutturali da ricercatori o gruppi di ricercatori, istituire presso la Fondazione un’apposita Commissione indipendente di valutazione dei progetti di ricerca, composta da valutatori esterni alla Fondazione individuati tra scienziati senza affiliazioni o incarichi in essere con università, Irccs ed enti pubblici di ricerca italiani, nonché dal presidente del Comitato scientifico della Fondazione, che ne è membro di diritto.

[continua…]

Dieci innovazioni che cambieranno l’healthcare nel prossimo decennio
Cremona, farmaci irregolari dalla Svizzera sequestrati dai Nas, denunciato farmacista

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde