Johnson&Johnson consegna all’UE solo metà delle scorte previste

L’americana Johnson&Johnson ha deciso di ridurre le dosi del vaccino destinate all’Unione europea. Questa settimana infatti, arriveranno circa la metà delle scorte previste a causa di problematiche legate alla produzione e all’approvvigionamento delle materie prime necessarie.

L’azienda, in base al contratto siglato con Bruxelles, si è impegnata a consegnare 55 milioni di dosi nel secondo semestre. Ad oggi le dosi consegnate sono pari a 5 milioni, che rappresenterebbero il 10% del totale.

La riduzione è comunque temporanea ma si tratta di un ulteriore ostacolo alla pianificazione della campagna nei paesi dell’Unione Europea, che ha raggiunto 200 milioni di somministrazioni.

Reputazione aziende USA: Moderna e Pfizer in Top 10
Aifa pubblica i report aggiornati sul monitoraggio dei farmaci biosimilari

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde