Il contratto segreto di Pfizer con l’UE

I dubbi sollevati in tempi non sospetti, in rapporto alle clausole di deresponsabilizzazione inserite nei contratti segreti siglati dalla Commissione Ue e dalle società farmaceutiche produttrici dei vaccini sembrano fondati. Secondo quanto riportato su La Vanguardia, è tutto messo nero su bianco: “Tutta la responsabilità ricade sulla Commissione europea e i Paesi membri”.

Questa frase proviene dal contratto di Pfizer e BioNtech, apparso sul quotidiano spagnolo, il quale riporta ulteriori clausole che chiariscono la posizione dell’azienda in caso di effetti avversi: “possibile compensazione per effetti collaterali non descritti nella scheda tecnica del farmaco”. Saranno dunque gli Stati membri a dover rispondere in questi casi.

Scarsa chiarezza anche dal punto di vista dei prezzi applicati che non sarebbero di 12 euro a dose. Secondo quanto riportato da La Vanguardia, la prima tranche di vaccini sarebbe stata venduta al prezzo di 17,50 euro a fiala e le restanti due milioni a 13,30.

Cassazione: l'ISF non è un agente di commercio
Terapie Avanzate: 16mila in sperimentazione

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde