Covid. Alla Camera via libera alla fiducia al decreto che proroga al 15 ottobre lo stato di emergenza. Esclusa sospensione dei congressi medico-scientifici ed Ecm

Il provvedimento composto da 3 articoli ed 1 allegato, è diretto a prorogare l’efficacia delle disposizioni contenute nei decreti 19/2020 e 33/2020 che hanno disciplinato, rispettivamente, l’applicazione delle misure per contrastare l’espandersi dell’epidemia ed il loro graduale allentamento in rapporto all’evolversi della situazione epidemiologica. Prorogati inoltre i termini di efficacia di alcune misure elencate nelle disposizioni indicate nell’allegato 1 al decreto. IL TESTO

Via libera da parte dell’Aula della Camera alla questione di fiducia (274 si e 194 no) posta dal Governo sull’approvazione, senza emendamenti, subemendamenti ed articoli aggiuntivi, dell’articolo unico del disegno di legge di conversione in legge del decreto-legge 30 luglio 2020, n. 83, recante misure urgenti connesse con la scadenza della dichiarazione di emergenza epidemiologica da Covid-19 deliberata il 31 gennaio 2020.

Anche a seguito dell’estensione (con delibera del Consiglio dei Ministri del 29 luglio) fino al 15 ottobre dello stato di emergenza, il provvedimento composto da 3 articoli ed 1 allegato, è diretto a prorogare l’efficacia delle disposizioni contenute nei decreti 19/2020 e 33/2020 che hanno disciplinato, rispettivamente, l’applicazione delle misure per contrastare l’espandersi dell’epidemia ed il loro graduale allentamento in rapporto all’evolversi della situazione epidemiologica. Il provvedimento proroga inoltre i termini di efficacia di alcune misure elencate nelle disposizioni indicate nell’allegato 1 al decreto. Vengono poi dettate disposizioni sul rinnovo dell’incarico dei direttori dei servizi di informazione per la sicurezza.

L’articolo 1, al comma 1, modificando l’articolo 1, comma 1, del Decreto 19/2020, estende fino al 15 ottobre 2020 la facoltà di adottare, con uno o più decreti del Presidente del Consiglio dei ministri, una o più misure (tra quelle indicate al comma 2 dell’articolo 1 del Decreto 19/2020) allo scopo di contrastare i rischi sanitari derivanti da Covid-19. Viene inoltre soppresso il riferimento alla delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020.

Più nel dettaglio, l’articolo 1, comma 1, del Decreto 19/2020, prevede che, per contenere e contrastare i rischi derivanti dalla diffusione del Covid-19, su specifiche parti del territorio nazionale o sulla totalità di esso, possano essere adottate per periodi predeterminati, ciascuno di durata non superiore a 30 giorni, reiterabili e modificabili anche più volte, fino al 15 ottobre 2020 e con possibilità di modularne l’applicazione, in aumento o in diminuzione, secondo l’andamento epidemiologico del virus.

Il comma 1-bis, inserito durante l’esame in sede referente, esclude dalla sospensione dei congressi quelli inerenti alle attività medico-scientifiche e di educazione continua in medicina (Ecm).

[continua…]

 

FederSalus: Maria Delfina Gandolfo nuova Direttrice Generale
Nell’ultima settimana di agosto aumento del 540% dei nuovi positivi rispetto a fine luglio. Il nuovo report Gimbe

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde