Lavoratori autonomi ed equo compenso: il disegno di legge

Soprattutto nei rapporti di monocommittenza, il lavoro autonomo può sperimentare un abuso di dipendenza economica e contrattuale. Le modalità sono differenti, dal rifiuto alla stipula di un contratto scritto per tutelare il professionista all’introduzione di clausole a vantaggio esclusivo dell’azienda a scapito del contraente debole.

Il tema cardine è quello dell’equo compenso. Lo scorso ottobre la Camera ha approvato una proposta di legge da parte di Fratelli d’Italia proprio relativa a questo punto, attualmente in discussione al Senato dal 15 febbraio.

Il disegno di legge n. 2419 prevede il diritto ad un equo compenso per chiunque eserciti un’attività professionale, inclusi i professionisti iscritti a un albo, ordine o collegio.

Farmaci: Weekly Update dell'8 maggio
Novartis e Angelini best Companies agli AboutPharma Digital Awards

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde