Farmaci inappropriati, medico condannato a risarcire l’Asl

La prima sentenza in Puglia nei confronti di un medico di base che aveva prescritto un farmaco che doveva essere a carico del paziente

La prescrizione farmaceutica è un atto medico insindacabile. Ma se avviene in violazione di norme di legge espone il professionista al rischio di condanna per danno erariale. È quanto avvenuto, per la prima volta in Puglia, con la sentenza emessa alcuni giorni fa dalla Corte dei conti nei confronti di un medico di famiglia che dal 2009 al 2011 ha posto a carico del servizio nazionale un medicinale, il Clasteon, che sarebbe dovuto essere a carico del paziente: un danno da circa 56mila euro.

Novo Nordisk annuncia un nuovo programma di tagli che colpirà 1300 dipendenti
Maltempo: a rischio la fornitura di farmaci

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde