App e trattamento dei dati sanitari: attenzione alla Privacy

Le app che trattano i dati sanitari sono realmente sicure? È sempre garantito il rispetto della privacy? A quanto pare, no. Il Garante della Privacy ha aperto un’istruttoria in merito ad una applicazione sviluppata per conto dell’Associazione Covid Healer Onlus e volta ad offrire consulenze in materia di sanità. I dati trattati sono quelli di utenti di diverso tipo, sia pazienti che professionisti.

Secondo le normative vigenti, sia italiane che europee, il divieto riguarda il trattamento di particolari dati, tra i quali le informazioni legate alla salute, eccezion fatta per questioni che riguardano l’interesse pubblico o con finalità di medicina preventiva.

Scoperta in Francia la variante Covid IHU
Samsung vuole acquistare Biogen?

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde