Sicilia: blocco attività ISF nelle strutture sanitarie nonostante l’ok della Regione

La risoluzione riguardante le “opportune iniziative volte a garantire uno svolgimento adeguato dell’attività professionale esercitata dagli informatori scientifici del farmaco (ISF)“ è stata depositata alla VI Commissione Sanità della Regione Sicilia.

A muovere l’iniziativa sono stati i numerosi divieti da parte delle strutture sanitarie regionali imposti agli Informatori Scientifici, a dispetto delle normative in vigore che, al contrario, lo permettono.

Secondo quanto riferito da Loreta Passafiume, Presidente della Sezione AIISF di Palermo, le direzioni sanitarie in Sicilia non stanno rispettando le disposizioni condivise dall’amministrazione regionale. Le attività degli Informatori non sono dunque sempre possibili e consentite, nonostante gli ISF siano regolarmente vaccinati.

L'industria Life Science e la strada verso sistemi di produzione nazionali
PharmaNutra: stanziati 18mln per il nuovo polo a Pisa

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde