Impatto del Pnrr sulle strategie di informazione medico-scientifica

Il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) potrebbe influire sulle attività del settore farmaceutico, in particolare sulla promozione medico-scientifica e l’accesso al mercato.

Le aziende sono chiamate a declinare i concetti di targeting, frequenza, copertura e omnicanalità in relazione ai nuovi portatori di interesse e il Pnrr potrebbe portare a un cambiamento nell’approccio ad una o più unità di riferimento aziendale, come i clinici, passando dal singolo a un gruppo definito di medici.

Le diverse geografie aziendali potrebbero inoltre subire importanti modifiche. Le società potrebbero utilizzare diverse modalità di contatto con i decisori, come i webinar e le “pillole” su richiesta, per garantire l’omnicanalità.

Il Pnrr potrebbe implementare la proposta aziendale e renderla multidisciplinare, basata sui modelli compositivi che si troveranno all’interno del gruppo e delle strutture che verranno create. In uno scenario di questo tipo, alcune misure potrebbero non essere più adatte agli obiettivi aziendali. L’attenzione ad un modello di raccolta dati diventa ancora più importante.

Farmaci, da rifiuto alcol a lingua nera, viaggio tra gli effetti collaterali più bizzarri
Diabete: scorte Semaglutide in esaurimento. Utilizzato come dimagrante

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde