Napoli: accesso degli ISF su appuntamento all’Ospedale del Mare

L’ASL Napoli 1 Centro, con delibera prot. 9711 del 28 settembre 2020, ha dato indicazioni su le modalità di accesso agli operatori delle Aziende Farmaceutiche che svolgono attività d’informazione scientifica sul farmaco.

Riportiamo di seguito il testo contenuto nel documento:

Per tutelare utenti, operatori e collaboratori e per garantire le necessarie misure precauzionali al fine di contrastare e contenere la diffusione del Covid-19, la Scrivente Direzione ha individuato, all’interno del Presidio, un locale posto all’ingresso principale dove le SS.LL in indirizzo potranno incontrare gli Informatori Farmaceutici. Si precisa che:

  • Le SS.LL in indirizzo dovranno inviare alla Direzione Sanitaria Presidiale la richiesta di poter usufruire del locale specificando il giorno settimanale e l’orario;
  • L’Azienda Farmaceutica o produttrice/fornitrice di DM o di PMC dovrà inoltrare, alla Direzione Sanitaria Presidiale (indirizzo e-mail: [email protected]), la richiesta di accesso al Presidio per un massimo di 3 informatori per Azienda. Nella richiesta di accesso all’azienda interessata dovrà fornire per ciascun professionista i seguenti dati: Nome, Cognome, Azienda di appartenenza, Area tematica di interesse, Linea di prodotti. L’autorizzazione avrà durata annuale;
  • Le giornate di accesso degli informatori farmaceutici saranno dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 e saranno regolate da un calendario che sarà stilato tenendo conto delle indicazioni delle SS.LL pervenute alla direzione sanitaria presidiale;
  • Gli accessi saranno consentiti solo su appuntamento
  • L’informatore farmaceutico non dovrà presentarsi in ospedale se manifesta sintomi influenzali o infezioni respiratorie in atto o se sussiste qualsiasi condizione di concreto rischio infettivo, dovrà indossare la mascherina protettiva ed all’ingresso sarà regolarmente controllato, indirizzato e registrato dalle guardie giurate.
Il latte materno è sicuro: non trasmette il Covid
Speranza: così cambierò la sanità

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde