Milano, tagli alla Sanofi: sul piede di guerra 75 informatori

Milano, 11 novembre 2018 – Per anni hanno macinato chilometri sulle strade, facendo la spola tra ospedali e presidi medici. E ora rischiano di perdere il posto di lavoro. Gli informatori scientifici della multinazionale francese Sanofi, uno dei maggiori gruppi farmaceutici, sono sul piede di guerra per una procedura di mobilità che coinvolge oltre 70 dipendenti impiegati su alcune linee – medicina generale, diabete e cardiovascolare – che hanno sofferto l’impatto dovuto all’ingresso dei biosimilari e all’abbassamento dei prezzi. Domani si riuniranno in presidio davanti alla sede milanese di Assolombarda, in via Pantano, dove è in programma un incontro tra l’azienda e i sindacati Filctem-Cgil, Femca-Cisl e Uiltec-Uil. In contemporanea andrà in scena una protesta a Roma, davanti al ministero della Salute.

Le dinamiche del mercato dei biosimilari
Vaccini: avanza ricerca su anti-celiachia

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde