Lombardia: le direttive regionali sull’informazione scientifica in remoto e in presenza

Arrivano – finalmente – le direttive da parte della Regione Lombardia sull’attività di informazione scientifica presso le SSR e gli ambulatori MMG e PLS sul territorio lombardo.

Con la nota Prot. G1.2020.0020939 del 22/05/2020 si danno disposizioni a tutte le strutture SSR e le ATS regionali, e devono attenersi a quanto indicato, al fine di non creare sul territorio direttive diverse e confuse che non coincidono con quelle regionali.

La Regione Lombardia dispone che:

Al fine di garantire la sicurezza di tutti gli operatoti coinvolti, in merito alle forme di confronto diretto di informatori/promotori coi professionisti e rappresentanti istituzionali del SSR per la presentazione di informazioni sui prodotti (farmaci, dispositivi medici, integratori, ecc) si precisa che:

  • possono essere organizzati incontri da remoto, cioè con sistemi alternativi al confronto front-end (telefonicamente, in videoconferenza, ecc), anche come collegamenti collegiali (con più medici contemporaneamente collegati);
  • è confermata la massima libertà delle parti sulla organizzazione di questi incontri in merito alla modalità con cui fissare gli appuntamenti e agli strumenti tecnologici da utilizzare;
  • sono possibili, in via eccezionale e sulla base di esigenze motivate e concordate, incontri in presenza tra le parti applicando le dovute misure di prevenzione della trasmissione del contagio da covid-19.

Tutto ciò si applica contestualmente alla data di protocollo della presente nota , salvo nuove indicazioni che dovessero rendersi necessarie relative all’emergenza da Covid-19 o al superamento della stessa.

Scarica documenti PDF

SMA: Da Biogen i nuovi dati su nusinersen, confermano efficacia e sicurezza nel lungo periodo
Sicilia: la risposta di FIMMG regionale alle disposizioni della delibera sulla ripresa dell'attività ISF

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde