Principi attivi: Aschimfarma fa il punto al CPhI

L’industria farmaceutica dei principi attivi italiana guida il ranking dei paesi europei sia per fatturato che per numero di imprese attive. Nel nostro Paese si trovano infatti 72 aziende e 109 siti produttivi e vedono impegnate circa 12mila persone.

Nel corso del recente evento internazionale dedicato alla supply chain farmaceutica (CPhI), il presidente di Aschimfarma, Paolo Russolo ha scattato una fotografia del settore. Nel 2020 il fatturato raggiunto è stato pari a 4,8 miliardi di euro, vale a dire il 10% della produzione mondiale con una crescita del +14% in rapporto al 2018. La quota export è invece pari all’86%.

“Leader della Crescita 2022”, Agaton tra le prime aziende Italiane
Medtech: le aziende top 3 in cui lavorare

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde