Mobile health, il mercato dei dispositivi in crescita verticale

La crescita globale del mercato mobile Health sembra non conoscere freni, e anzi prosegue la propria accelerazione: entro il 2026, varrà oltre 293 miliardi di dollari, con un aumento del 29,1% in questo intervallo temporale.

La diffusione degli smartphone e di smart device farà da volano al mercato mobile Health: quasi ogni cittadino del mondo occidentale possiede uno smartphone, senza parlare della diffusione di computer desktop o laptop. Stanno rapidamente prendendo quota anche i dispositivi indossabili, smart band e smart watch su tutti.

Lo stesso Ceo di Fitbit ha affermato che la società si sta posizionando in parte come produttore di device per consumatori e in parte come mHealth company.

Secondo un recente report di Fortune Business Insights focalizzato sull’andamento del mercato mHealth nell’orizzonte temporale 2019-2026, nel 2018 questo mercato valeva solo 38,28 miliardi di dollari.

Il rapporto prevede quindi una robusta crescita in tutto il mondo, destinato a superare i 293 miliardi di dollari entro il 2026.

La crescita e la diffusione dei device mHealth sarà guidata da una customer experience sempre più user-friendly, ma non solo. Infatti, la capacità di gestire situazioni di emergenza sarà di ulteriore stimolo all’acquisto.

Inoltre, verranno sviluppate sempre più app dedicate, come quelle per la gestione delle malattie croniche (il diabete, ad esempio) e per il monitoraggio remoto dei parametri medicali.

Un ulteriore fattore critico è la forte crescita della popolazione in età geriatrica, che contribuirà in maniera positiva alla crescita del mercato.

Infatti, è scientificamente provato che le persone che abbiano superato i 65 anni di età sono più esposte allo sviluppo di disturbi cronici.

Si tratta di un fattore molto rilevante in Italia, notoriamente un paese fra i più vecchi in tutto l’occidente. Ma non solo: basti pensare che nei soli Stati Uniti sono ben 40 milioni gli over 65.

Quindi, è facile immaginare un vero e proprio boom per il mercato mHealth, in particolare nei Paesi con crescita elevata della popolazione in età geriatrica.

Novartis lancia la lotteria per il farmaco salva-bambini più caro al mondo
Daniela Poggio entra in Angelini Pharma come Global Communications Head

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde