Mercato dei Farmaci Iniettabili: proiezioni di crescita e tendenze future

Un recente rapporto di analisi di mercato di MarketsandMarkets ha proiettato una crescita significativa nel settore dei farmaci iniettabili nei prossimi anni. Si prevede che il settore raggiungerà un tasso di crescita annuale composto (CAGR) dell’8,6% tra il 2024 e il 2029, arrivando a valere oltre 1139,4 miliardi di dollari entro la fine del decennio.

Attualmente, il Nord America detiene la quota di mercato più ampia nel settore dei farmaci iniettabili, beneficiando del know-how tecnologico presente nella regione. I principali fattori trainanti di questa crescita includono la disponibilità di tecnologie affidabili, la diffusione delle malattie croniche e gli investimenti in aumento da parte dei governi di tutto il mondo.

La ricerca ha inoltre evidenziato che i Paesi con economie emergenti stanno contribuendo significativamente alla crescita del settore, grazie a fenomeni sociali come l’urbanizzazione accelerata e il miglioramento delle infrastrutture sanitarie, che consentono un maggiore accesso ai farmaci iniettabili.

Nel novembre 2023, la FDA ha approvato il primo farmaco iniettabile per l’obesità, Zepbound di Eli Lilly, mentre un anno prima, nell’ottobre 2022, ha dato il via libera a Boostrix di GSK per i neonati di età inferiore ai due mesi.

Secondo il rapporto di MarketsandMarkets, quattro aziende si distinguono come leader del mercato dei farmaci iniettabili: Pfizer, Teva, Eli Lilly e Sandoz.

Inappropriatezza Prescrittiva: le soluzioni proposte da Slow Medicine ETS
Pfizer decide di risolvere le oltre 10.000 controversie legali su Zantac

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde