Industria farmaceutica italiana: un’analisi dall’estero

In un articolo apparso su Pharma Manufacturing viene analizzata la situazione dell’industria farmaceutica italiana. Sulla base dei dati del 2019, l’Italia risulta il più grande produttore di farmaci tra i paesi dell’Unione Europea insieme alla Germania, con un valore della produzione pari a 34 miliardi di euro, in gran parte grazie all’export dell’80% dei farmaci.

Negli ultimi dieci anni, i governi di tutto il mondo hanno fissato obiettivi elevati e promosso iniziative rivolte alle industrie delle scienze della vita nei rispettivi paesi, ma l’italia sembra invece ferma. Secondo Lorenzo Positano , amministratore delegato e partner di Boston Consulting Group, “Non esiste una strategia o un’agenzia centrale che spinga l’innovazione farmaceutica nel paese.”

Un settore, invece, in cui l’Italia sta perfezionando le proprie competenze è quello dei farmaci orfani. Circa 2,5 milioni di italiani infatti, soffrono di una malattia rara.

Leggi l’articolo in italiano tradotto da Google

Leggi l’articolo originale in lingua inglese

Giornata mondiale contro il cancro. L'appello di IEO
Chi soffre di parodontite sviluppa forme più gravi di Covid

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde