Farmacia torna ai volumi del 2019 con variazioni tra i diversi panieri

Il 2023 segna un punto di svolta per la farmacia, con i dati di Iqvia che confermano un ritorno ai volumi del 2019, indicando una definitiva normalizzazione del mercato. Tuttavia, l’analisi dei numeri rivela una serie di oscillazioni significative tra i diversi panieri merceologici, offrendo preziose indicazioni per il futuro.

Sebbene il numero di confezioni vendute nel 2023 mostri solo un modesto aumento dello 0,7% rispetto al 2019, i ricavi hanno registrato un incremento dell’8,1%, evidenziando l’impatto dell’inflazione e il mix dei consumi su prezzi più alti. Questo indica che nonostante le fluttuazioni mensili, il mercato farmaceutico è tornato sostanzialmente ai livelli pre-pandemici. Tuttavia, il peso dei prodotti legati alla pandemia è ora marginale.

I consumi etici nel 2023 mostrano una lieve contrazione dell’1% rispetto al 2019, principalmente a causa dell’andamento delle patologie e della morbilità. Tuttavia, con l’entrata in vigore della nuova remunerazione, potrebbero verificarsi cambiamenti significativi nell’accesso e nell’acquisto di farmaci.

Eli Lilly supera le aspettative degli analisti nel 2023
Sanofi: sostegno a dipendenti affetti da Cancro con 1 anno di stipendio

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde