Coronavirus, approvato il decreto da 25 miliardi. Tre e mezzo per la sanità e dieci per il lavoro

Il capitolo del lavoro prevede cassa integrazione, congedi parentali e voucher baby-sitter da 600 euro. Gualtieri garantisce la copertura “di tutti i lavoratori autonomi, stagionali e di altre forme con un assegno di 600 euro” per marzo: tre miliardi per gli autonomi. In arrivo ad aprile un secondo decreto “con fondi Ue”

Dopo una riunione di poco più di due ore, e nel mezzo di una ennesima giornata di crisi per i mercati finanziari, il Consiglio dei minsitri ha approvato il decreto “Cura Italia” che contiene le misure economiche per rispondere all’emergenza sanitaria del coronavirus. Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha parlato in conferenza dopo il Cdm esprimendo innazitutto vicinanza agli italiani “che stanno facendo enormi sacrifici per il bene comune”.

“Le misure di sostegno e spinta sono concreta dimostrazione della presenza dello Stato” nell’emergenza coronavirus, ha rivendicato Conte: “Possiamo parlare di ‘modello italiano’ non solo sanitario, ma anche come strategia economica di risposta alla crisi. Mettiamo in campo 25 miliardi di denaro fresco e attiviamo flussi per 350 miliardi: è una manovra economica poderosa”, ha detto il presidente del Consiglio. Come già spiegato dal sottosegretario all’Economia Misiani, Conte ha anticipato che in futuro ci saranno nuove misure (“un piano di ingenti investimenti, semplificazione, riduzione delle tasse”) per rilanciare il Paese: arriverà un decreto ad aprile, che – nell’auspicio del governo – dovrebbe contare anche sulle risorse che l’Europa si prepara a stanziare.

A prendere la parola, alternandosi al microfono con Conte per il “rispetto delle distanze”, è stato quindi il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, che ha chiarito come il governo abbia usato subito tutte le risorse aggiuntive messe a disposizione per contrastare il COVID-19.

[continua…]

Coronavirus. Le implicazioni psicologiche della pandemia
Coronavirus, conosciamo il remdesivir, il promettente antivirale sperimentato in Italia

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde