Accordo tra antitrust europeo, americano e inglese. Aumentano i controlli per le pharma

L’antitrust europeo ha annunciato l’avvio di una collaborazione con le controparti inglese e americana per aumentare le attività di controllo verso le operazioni di fusione e acquisizione (M&A) delle aziende farmaceutiche. La decisione è frutto della preoccupazione rispetto alla possibilità che tali accordi possano determinare un aumento ingiustificato del prezzo dei medicinali o rallentare i processi di innovazione. Inoltre, aggiunge il garante della concorrenza europea, l’obiettivo è quello di monitorare possibili condotte anti concorrenziali.

Il gruppo di lavoro, come spiegato dalla Commissione Europea, include la Federal Trade Commission degli USA, il Canadian Competition Bureau, la Competition and Markets Authority inglese e il Department of Justice americano.

Alzheimer: il labirinto verso l'approvazione del farmaco
Bruxelles-Londra: è scontro per il blocco all'export vaccini

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde