Le 10 aziende farmaceutiche più redditizie del 2023

Il panorama farmaceutico globale è in continua evoluzione, con aziende che emergono, si consolidano e si adattano alle mutevoli esigenze del mercato. Nel 2023, la classifica delle prime 10 aziende farmaceutiche per fatturato presenta alcune novità rispetto agli anni precedenti, con aziende che hanno registrato una crescita significativa grazie a nuovi farmaci di successo e strategie di mercato efficaci.

1. Pfizer (USA): Un gigante consolidato che mantiene la leadership grazie al successo del vaccino COVID-19 Comirnaty, ma deve affrontare la scadenza di alcuni brevetti chiave.

2. Johnson & Johnson (USA): Un colosso diversificato con un portafoglio che spazia dai farmaci da banco ai dispositivi medici, ma deve gestire la complessità della sua struttura e le sfide legali.

3. Roche (Svizzera): Un innovatore in campo oncologico, noto per farmaci come Tecentriq e Ocrevus, ma deve continuare a investire in ricerca e sviluppo per mantenere la sua leadership.

4. AbbVie (USA): Un’azienda con farmaci blockbuster come Humira e Botox, ma deve diversificare il suo portafoglio con nuovi prodotti per affrontare la scadenza del brevetto di Humira nel 2023.

5. Novartis (Svizzera): Un’azienda con un portafoglio diversificato di farmaci, ma deve ottimizzare la sua struttura organizzativa e gestire la concorrenza generica per alcuni dei suoi prodotti.

6. Merck & Co. (USA): Un’azienda in crescita grazie al successo del farmaco antidiabetico Keytruda e del vaccino COVID-19 Molnupiravir, ma deve diversificare il suo portafoglio per ridurre la dipendenza da questi due prodotti.

7. Bristol Myers Squibb (USA): Un’azienda focalizzata sui farmaci oncologici di successo come Opdivo e Revlimid, ma deve gestire la scadenza dei brevetti di alcuni farmaci e sviluppare nuovi prodotti per mantenere la sua crescita.

8. Sanofi (Francia): Un’azienda con un portafoglio diversificato di farmaci, ma deve gestire la concorrenza generica per alcuni dei suoi prodotti e ottimizzare la sua struttura organizzativa.

9. Gilead Sciences (USA): Un’azienda nota per il successo del farmaco antivirale per l’HIV Truvada, ma deve diversificare il suo portafoglio per ridurre la sua dipendenza da questo prodotto e affrontare la concorrenza di nuovi farmaci antivirali.

10. Eli Lilly and Company (USA): Un’azienda in crescita grazie al successo del farmaco antidiabetico Trulicity e del farmaco per l’Alzheimer donanemab, ma deve continuare a investire in ricerca e sviluppo per mantenere la sua crescita in questi mercati competitivi.

Managed Entry Agreement (Mea): Risparmio per lo Stato dai Nuovi Farmaci
Farmaci: weekly update del 14 aprile

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde