Vaccino AstraZeneca: cosa è andato storto?

Cosa è andato storto con il vaccino di AstraZeneca? Bmj ha riportato un’analisi rispetto alla storia di Vaxzevria, accolto come un “vaccino per il mondo” per la sua facilità di conservazione e i costi contenuti.

Al centro del problema del farmaco anglo-svedese sembra essere la scarsa comunicazione da parte dell’azienda che ha catalizzato numerose critiche. Secondo Martin McKee, professore di sanità pubblica europea presso la London School of Hygiene & Tropical Medicine, nonostante il risultato raggiunto in tempi record, AstraZeneca “ha gestito male le comunicazioni in ogni fase”. Questo errore di fondo, sottolinea McKee, ha minato la fiducia rispetto alla sicurezza del vaccino.

L’ultima criticità che il vaccino AstraZeneca sta affrontando è ora quella relativa ai casi di trombosi e di coaguli di sangue nel cervello ovvero trombosi del seno venoso cerebrale (CVST). Come noto, nelle scorse settimane sono stati diversi gli stati a sospenderne l’uso.

Ciclina D: ecco come proliferano i tumori
Vaccino Lamezia Terme: Informatori in prima linea in supporto ai medici

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde