Vaccinazione in azienda, al via il piano di Aurora Biofarma

Il programma aziendale anti-Covid, su adesione volontaria, avverrà nel rispetto del protocollo nazionale e secondo le tempistiche e le linee guida ministeriali garantendo una copertura per tutti i collaboratori

Milano, 13/04/2021 – Tutelare la salute di tutti i propri dipendenti e collaboratori con il via libera al piano di vaccinazione anti-Covid in azienda. È quanto comunica il gruppo Aurora Biofarma, dopo che lo scorso 6 marzo è stato siglato il “Protocollo nazionale per la realizzazione dei piani aziendali finalizzati all’attivazione di punti straordinari di vaccinazione anti SARS-CoV-2/ Covid-19 nei luoghi di lavoro” dai Ministeri del Lavoro e delle Politiche Sociali, della Salute, dello Sviluppo Economico, dal Commissario Straordinario emergenza Covid, dall’Inail e dalle parti sociali.

Dopo l’obbligo di vaccinazione per la rete dei 300 Informatori Scientifici del Farmaco che lavorano per l’azienda, secondo quanto previsto per operatori sanitari e assimilati dall’articolo 4 del decreto legge n.44/2021, il gruppo Aurora Biofarma lancia il piano di vaccinazione ad adesione volontaria anche per il resto dei collaboratori nel rispetto del protocollo unico e sotto la gestione del Medico Competente, come opportunità aggiuntiva rispetto alle modalità ordinarie dell’offerta vaccinale pubblica – che saranno sempre garantite – nel rispetto delle tempistiche dettate dal piano Nazionale e Regionale.

Il programma su base aziendale dovrebbe partire da fine aprile, secondo le priorità indicate dalle linee guida ministeriali dopo che sarà assicurata la vaccinazione dei pazienti fragili e nelle fasce anagrafiche più anziane, secondo la disponibilità dei vaccini in Italia e le metodologie previste a livello normativo. L’iniziativa è solo l’ultima in ordine di tempo tra il progetti messi in campo da Aurora Biofarma dall’inizio della pandemia: dall’invio di mascherine e presidi medico-sanitari agli istituti dell’infanzia cinesi al milione di euro a fondo perduto destinato ai propri ISF fermati dal lockdown, passando per le migliaia di kit e tamponi rapidi messi a disposizione nella sede aziendale di Milano.

«Siamo consapevoli dell’importanza di vaccinarci tutti al più presto senza tenere conto della confusione mediatica e politica, con una visione etica di rispetto verso gli altri» – dichiara l’amministratore delegato Nicola Di Trapani – «Aurora Biofarma, in coerenza con la propria mission di azienda farmaceutica sempre attenta al proprio personale, desidera cogliere questa possibilità per la salute del team di lavoro nella piena convinzione che la vaccinazione rappresenti oggi l’unico strumento per contrastare la pandemia e ripartire sul piano sanitario e sociale».

Tumore cerebrale: possibile svolta con ipatasertib
Vendite mercato farmacia: segno più nell’andamento tendenziale

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde