Recordati sotto indagine: ipotizzato imponibile evaso per 400 milioni

Il gruppo farmaceutico avrebbe raggirato il fisco italiano tra il 2009 e il 2015. La Procura di Milano ipotizza ’esterovestizione’.

Scivola in Borsa, Recordati, dopo la notizia di un’indagine avviata dalla Procura di Milano su una presunta evasione fiscale di circa 400 milioni di euro.

I fatti contestati risalirebbero agli anni tra il 2009 e il 2015, periodo in cui il gruppo farmaceutico avrebbe raggirato il fisco attraverso l’omesso versamento.

Al momento della scrittura, il titolo a Piazza Affari sta subendo una leggera variazione negativa dello 0,28%, scambiato a 28,84%, dopo aver aperto la seduta in rialzo. Negli ultimi 12 mesi, le azioni Recordati hanno lasciato sul terreno il 26%.

21 nuovi farmaci in commercio
Pillole per la disfunzione erettile, anti-calvizie e per dimagrire: sui farmaci online arrivano i Nas

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde