Partnership tra UCB e Microsoft per la scoperta di nuovi farmaci

UCB, multinazionale biofarmaceutica specializzata in neurologia e immunologia, ha annunciato di aver stretto una partnership con Microsoft. UCB e il colosso dell’informatica lavoreranno insieme per “favorire la scoperta di nuove correlazioni e modelli, fondamentali per sviluppare farmaci nuovi e altamente personalizzati” come spiegato da Microsoft attraverso una nota.

La collaborazione permetterà di mettere servizi computazionali, cloud e intelligenza artificiale al servizio delle attività di ricerca e sviluppo di nuovi farmaci. Per quanto riguarda la scoperta di nuovi medicinali è infatti richiesto un approccio orientato all’analisi del set di dati ad alta dimensione e informazioni multimodali non strutturate. Proprio in questo scenario si inserisce la piattaforma creata da Microsoft rendendo i processi più efficienti favorendo l’innovazione.

Corruzione nella aziende sanitarie. A che punto siamo in Italia?
L'evoluzione dell'Account Management: la visione dei leader delle farmaceutiche

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde