Opa su Recordati. Il Cda non ritiene congruo il prezzo di acquisto

Il Cda non ritiene congruo il prezzo dell’Opa che Rossini Investimenti intende lanciare sulla società farmaceutica

Titolo Recordati in evidenza a Piazza Affari nella prima seduta successiva alla decisione del consiglio di amministrazione di aprire un confronto con il fondo Cvc sull’offerta pubblica d’acquisto.

In particolare, con una decisione assunta a maggioranza e l’astensione di Giampiero Mazza, Cathrin Petty e Andrea Recordati, il cda ha giudicato ‘non congruo’ da un punto di vista finanziario il valore dell’Opa obbligatoria totalitaria promossa al prezzo di 27,55 euro dalla Rossini Investimenti, il veicolo creato dal fondo britannico insieme a PSP Investments e StepStone per acquisire il controllo della società farmaceutica milanese.

Manovra. Rush finale alla Camera, voto finale il 29 dicembre. Ecco tutte le misure per la sanità
Manovra al voto, ancora novità per il settore farmaceutico

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde