Novartis: dopo lo stop riprende la produzione a Ivrea e Millburn

Novartis ha deciso di riprendere la produzione all’interno degli stabilimenti di Ivrea (Torino) e Millburn (Usa) in riferimento a due radiofarmaci antitumorali, Pluvicto e Lutathera. Le attività erano state sospese nelle scorse settimane a causa dell’identificazione di “potenziali problemi di qualità”.

L’azienda ha preso consapevolezza degli impatti che le problematiche di produzione hanno avuto sui pazienti ma garantisce che non sono presenti rischi per i pazienti ai quali sono state somministrate le dosi dei farmaci prodotti in uno dei due stabilimenti interessati.

Per quanto riguarda Lutathera e Pluvicto, si tratta di due medicinali impiegati rispettivamente per il trattamento dei tumori neuroendocrini gastroenteropancreatici e per il tumore della prostata. Sono definiti radioligandi in quanto composti da una particella radioattiva agganciata a una molecola, in grado di riconoscere e legarsi alle cellule tumorali.

SMA: Aifa riconferma innovatività piena di onasemnogene abeparvovec
Aziende farmaceutiche: addio ai modelli di vendita e marketing tradizionali

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde