Novartis investe 300 milioni di dollari sulle bioterapie di nuova generazione

Novartis ha investito 300 milioni di dollari per la creazione di un ambiente scientifico integrato, puntando sulle bioterapie di nuova generazione.

L’investimento riguarda sia lo sviluppo di sostanze farmaceutiche che di prodotti farmaceutici, come comunicato dalla stessa azienda in una nota, e verrà implementato nelle sedi di Novartis Svizzera, Slovenia e Austria.

Le bioterapie rappresentano quasi la metà delle approvazioni di farmaci, rappresentando dunque un importante potenziale per poter soddisfare bisogni relativi ad una vasta gamma di patologie, come sottolineato da Reto Fischer, capo della divisione di ricerca tecnica, Global drug development (Gdd) di Novartis.

I 5 trend normativi che influenzano il mercato dei dispositivi medici
Black friday ed eventi ecommerce: i risvolti per il pharma

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde